23 maggio 2023

I successi della 24ORE Business School: dal master alla consulenza aziendale in ambito IT con Ilario Baronio

Scopri la storia professionale di un ex studente della nostra scuola. Ecco come il master ha influito sul suo iter professionale.

Ilario Baronio, manager nel settore della Cybersecurity, ci racconta il suo percorso di carriera, dopo la formazione.

Ilario, di cosa ti occupi oggi e qual è il tuo percorso professionale?

Il mio background professionale non ha origini nell’Information Technology: arrivo da un percorso umanistico-relazionale esercitato in ambito sociale, percorso che tuttavia ha condizionato e plasmato fortemente ciò che solo successivamente è diventata oggi una professione orizzontale in ambiente Networking, Security e Data-Protection.
Il passaggio non è stato immediato e neppure indolore: tuttavia costruire attorno a sé competenze trasversali richieste dal mercato di riferimento è stato un approccio ricercato molto particolare, formatosi consapevolmente nel tempo.
Sviluppando comunque, sempre con intensità, maggiori interessi verso le soft skill ho maturato esperienze differenti attraverso incarichi di consulenza e progettazione, ascolto e analisi degli obiettivi di aziende e clienti che conservavano nei propri piani strategici un disegno di sviluppo in ICT (Information and Communication Technologies) e che cercavano una professionista che potesse seguire la regia di molteplici eventi tecnologici.

I contatti continui con professionisti provenienti da differenti ambiti hanno unito le mie competenze relazionali alle competenze più strategiche e tecniche multidisciplinari, tracciando legami differenti con professionalità che sovente dispongono di linguaggi da coordinare per il raggiungimento di obiettivi comuni sul cliente finale.

Da novembre 2022 il mio percorso professionale ha seguito una direzione molto verticale.

Ricopro infatti attualmente un ruolo di Management all’interno di un affermato gruppo aziendale costituito da INSOFT OSRA srl, fornitore di soluzioni software per la gestione aziendale e da SISPAC srl, fornitore di soluzioni informatiche per la sicurezza e la continuità operativa per studi professionali e aziende. In questo contesto svolgo un ruolo che rispecchia la mia identità e mi permette di esprimermi al meglio.

Raccontaci come l'Executive Master Cybersecurity e Data Protection conseguito alla 24ORE Business School ha contribuito alla tua formazione.

Ho partecipato alla prima edizione del Master da ottobre 2020 a marzo 2021, con molte aspettative personali in quanto ero alla ricerca di un corretto approccio e una corretta postura legata alla Cybersecurity: settore per il quale storicamente ho avuto da sempre un particolare interesse, anche per i legami che mi uniscono alla Data Protection e in modo particolare alla protezione dei dati personali. La metodologia didattica del Master, seppur condizionata da una formazione remota dovuta alla situazione COVID contingente, è stata efficace.

Il percorso è stato di ottimo livello, ricco di contenuti e metodologie e ha contribuito ad aprire in me un fronte professionale molto più ampio rispetto a quello didattico dichiarato dal Master: alla conclusione del Master infatti, in considerazione dei contenuti e delle competenze acquisite, il gruppo di aziende per il quale oggi opero ha potuto affidarmi un incarico di avvio e sviluppo di una nuova azienda facente parte del gruppo che promuove cultura e azioni Cybersecurity nel mercato PMI di riferimento: l’azione imprenditoriale e la lungimiranza del gruppo aziendale di cui oggi faccio parte ha fatto nascere CYBERTO srl. In CYBERTO srl oggi partecipo attivamente alle dinamiche per delineare azioni marketing e di formazione in aziende clienti che hanno aderito ai nostri piani di lavoro. Ho esercitato attività di scouting di prodotto e delineato azioni progettuali: è grazie al Master di 24ORE Business School che in CYBERTO srl ho potuto contribuire all’avvio di questa azienda applicando in concreto molti degli elementi appresi in sede formativa.

Qual è stata la forza del Master?

Confronto e relazione da una parte, contenuti gestionali dall’altra: l’elemento fondamentale per me è stato poter ottenere valide basi per poter costruire ed approcciare il tema Cybersecurity con un corretto processo metodologico e di management per organizzare competenze all’interno di un team di lavoro.

Perché e a chi consiglieresti questo percorso?

Sono da sempre un sostenitore della formazione continua: quella che sostanzialmente ti pone al continuo confronto con la tua professione, la tua persona, insieme alla velocità e alla dinamicità del mercato. La formazione è per me il giusto legame tra ciò che sei e ciò che fai. Consiglio il percorso a tutti coloro che non si sentono arrivati e che hanno la necessità di ampliare le proprie competenze non tanto per soddisfare o colmare un bisogno personale, ma piuttosto per saper accompagnare e generare una visione coordinata sulla protezione dei dati e per contribuire insieme a molti altri professionisti a generare quella cultura cyber che oggi, per una impresa, deve essere una azione imprescindibile per accorciare il proprio gap tecnologico.

Approfondisci il tema

Executive Master Cybersecurity e Data Protection
  • 17 novembre 2023
  • 7 weekend
  • LIVE STREAMING O IN AULA A MILANO
4.500 € 3.600 €
Iva esclusa

Cos’è per te il successo?

E’ colmare una giornata di lavoro con la profonda convinzione di aver raggiunto un punto di equilibrio con sé stessi: credo in modo particolare nella costruzione di relazioni professionali e penso quindi che il successo non sia mai allocabile in un’unica dimensione personale, bensì si manifesti in forma molto più allargata nella relazione con le persone che ti sono più prossime, tanto nella vita privata quanto in quella con il tuo team di lavoro, quello più stretto e quello più allargato, che con te condivide e opera in ciò che è stato definito essere il successo.

Ci sono degli errori grazie ai quali sei diventato il professionista di oggi?

Sono stato travolto dagli errori! Molti errori hanno lasciato un segno come una cicatrice che si lascia osservare quotidianamente. Tuttavia in molte circostanze l’errore è diventato un punto ripartenza, un nuovo tentativo, un punto di ripristino. In queste occasioni, mettersi in discussione anche attraverso la scelta di intraprendere un nuovo processo formativo ha permesso di rivalutare e rileggere i contesti di errore in chiave completamente differente traendo nuove energie per pennellare meglio le proprie competenze.

Condividi con noi il tuo sogno lavorativo?

Non sono mai stato un sognatore ma c’è stato un tempo in cui sognavo di voler giocare, almeno per un anno, un campionato nella massima divisione. E’ sempre stato un sogno “in bianco e nero", era però un sogno così ricorrente e così follemente lontano, così desiderato nella fatica professionale di rincorrerlo, sino al giorno in cui mi sono accorto che già vivevo il mio sogno in prima persona. Non mi ero infatti accorto che il mio sogno si è trasformato nella convinzione di riuscire ad essere gratificato per ciò che già avevo: tuttavia non smetto di lavorare per obiettivi realizzabili cercando di trovare sempre nuove proposte ed occasioni da raggiungere (ovviamente a colori).

Autore: Maria Teresa Melodia, Head of Social e giornalista professionista


Dai uno sguardo a tutta la nostra offerta formativa dedicata al mondo del Big Data Management, Cybersecurity e IT.



Leggi di più

Altre news che potrebbero interessarti