29 aprile 2022

Chiedimi Cos'è? con Annalisa Stassaldi

Annalisa Stassaldi risponde alla rubrica Chiedimi Cos'è? sul tema del Marketing Farmaceutico

Che cos’è il marketing farmaceutico?

Il marketing è l’insieme di strategie e analisi mirate a studiare e capire i bisogni del consumatore, allo scopo di realizzare prodotti adatti a soddisfarli. Data la natura particolare del prodotto che deve gestire, il farmaco o vaccino, il marketing farmaceutico ha delle caratteristiche uniche, dovendo coprire una necessità in termini di salute. Ecco perché se si parla di marketing farmaceutico le regole generali del marketing subiscono degli adattamenti, con caratteristiche del tutto singolari e uniche che spingono a studiare questo settore attraverso una chiave di lettura e di analisi a sé stante. Esistono quindi delle figure esclusive e una regolamentazione legislativa che ne detta il campo di applicazione. Se già di per sé il marketing è un campo sfidante e affascinante, queste particolarità del marketing farmaceutico lo rendono appassionante e sicuramente richiede una grande preparazione scientifica, tecnica ma sempre molta creatività.

Quali sono i trend del mercato healthcare in Italia?

Il diffondersi del Coronavirus e la gestione della pandemia sono in primo luogo e soprattutto una tragedia umana che colpisce ancora centinaia di migliaia di persone al mondo. Spesso le crisi però sono anche motore di forte innovazione e necessità di adattamento al cambiamento. Questo è quanto si è osservato con l’avvento del COVID-19 in tantissimi settori, con una predisposizione invece peculiare del settore pharma & healthcare. Se infatti prendiamo come esempio la transizione di molti settori da strumenti e sistemi tradizionali alle tecnologie digitali e avanzate che fino a qualche tempo fa era condizionata da numerosi limiti, non si può non sottolineare come la pandemia abbia dato ormai una forte spinta ai processi di digitalizzazione della maggior parte di questi settori. Nonostante il diffondersi del Coronavirus e la gestione della pandemia abbiano portato ad un forte rallentamento dell’economia globale, gli effetti sulle aziende del settore pharma & healthcare risultano tendenzialmente positivi. Sono previsti significativi impatti nel settore pharma & healthcare a seguito del COVID-19, con dei trend che sicuramente riguarderanno:

- Investimenti in Ricerca & Sviluppo (es. espansione del portafoglio prodotti, entrata in nuovi mercati e geografie, crescente interesse da parte di investitori finanziari)

- Intensificazione dell’offerta e dei servizi (es. sviluppo di efficaci strumenti diagnostici a supporto della cura e del monitoraggio dei pazienti, cliniche extra-ospedaliere, aiuto in-home, sempre più assistenza diretta al paziente e digitalizzazione dei settori e sanità sempre più digitale)

- Digitalizzazione dei settori e sanità sempre più digitale (es. sviluppo di servizi online per agevolare il consumatore finale, migliorare i servizi di logistica e distribuzione, e-commerce dalle farmacie, servizi di mobile-healthcare/telemedicina per la gestione da remoto di pazienti)

Un esempio pratico di attuazione del medical management?

Un esempio pratico di attuazione del medical management potrebbe essere il lavoro che quotidianamente fa il medical manager (o medical advisor) e che di fatto rappresenta il riferimento medico-scientifico sia per gli stakeholder esterni (operatori sanitari e key opinion leader, società scientifiche, associazioni di pazienti), sia per i colleghi interni all’azienda che appartengono alle altre direzioni (es. marketing, sales, market access etc.). Grazie alle forti conoscenze medico/scientifiche, il know-how approfondito dell’area terapeutica in cui opera e la credibilità che crea con i vari interlocutori esterni all’azienda, il medical manager emerge come il naturale "proprietario" delle conoscenze e dei dati scientifici all'interno e all’esterno dell'organizzazione e lungo tutto il ciclo di vita di uno specifico prodotto. Questo potenziale offre a chi lavora come medical manager l'opportunità di ricoprire un ruolo strategico primario all’interno dell'organizzazione. È il ruolo che ha il compito di porsi a ponte tra la ricerca/sviluppo (R&D) e la parte commerciale, ma che deve anche interagire in sinergia con altre funzioni strategiche dell’azienda (market access e marketing) per definire e rendere attuativa la strategia d’area terapeutica per lo sviluppo, l’accesso, la commercializzazione e la promozione, ad esempio, di un farmaco.

Annalisa Stassaldi è una docente di 24ORE Business School, presente al Master Marketing e Management Farmaceutico, in partenza il 9 giugno 2022.



Leggi di più

Altre news che potrebbero interessarti