21 marzo 2022

Chiedimi Cos'è? con Andrea Brumgnach

Andrea Brumgnach risponde alla rubrica Chiedimi Cos'è? sul tema dell'Efficientamento energetico

Efficientamento energetico: cos’è e perché oggi è così importante?

L’efficienza energetica di un sistema/impianto rappresenta la sua capacità di ottenere lo stesso risultato finale utilizzando meno energia. Questo significa che, a parità di risultati, si riducono i costi di esercizio. Molto spesso la riduzione dei costi di esercizio è accompagnata anche da altri fattori ad alto valore aggiunto, quali un minor costo di manutenzione e l’allungamento della vita utile della nuova tecnologia. L’efficienza energetica è al primo posto negli obiettivi comunitari e nazionali perché persegue l’obiettivo di un minor consumo energetico e, quindi, di un minor impatto ambientale.

Quali sono in generale i vantaggi legati al miglioramento dell’efficienza energetica?

Implementare interventi di efficienza energetica permette di ridurre l’impatto economico dei costi energetici sul bene prodotto (o sul servizio reso) aumentando la competitività dell’impresa e riducendo i rischi legati alla volatilità dei prezzi dei vettori energetici (mai attuale come in questi giorni). Oltre a questo importante plus economico, non è da sottovalutare il fatto che si riduce l’impronta di carbonio (carbon footprint) dell’attività. Questo elemento sarà sempre più dirimente non solo lato competitività aziendale ma anche per poter continuare ad avere accesso ai mercati di riferimento. Sono sempre più le aziende che chiedono ai propri fornitori elevati livelli di rispetto ambientale arrivando, in alcuni casi, ad escludere i soggetti che non adottano soluzioni virtuose (efficienza energetica da una parte e massimizzazione di consumo di energia da fonti rinnovabili dall’altra).

Quali sono gli sviluppi possibili futuri in Italia e quali criticità si possono incontrare?

L’Italia ha storicamente rappresentato un punto di eccellenza mondiale nel settore dell’efficienza energetica. Le ragioni sono da ricercare nel fatto che storicamente il nostro paese ha sempre avuto/subito un costo energetico maggiore rispetto agli altri paesi. Da noi fare efficienza energetica è sempre stato non solo un plus ma quasi un’esigenza. Ciononostante, sono ancora enormi le potenzialità del settore: le tecnologie sviluppate negli ultimi anni, l’enorme upgrade lato performance delle componenti elettroniche e le soluzioni economico finanziarie lato investimenti hanno di fatto creato dei nuovi paradigmi sui quali è fondamentale creare e diffondere una nuova cultura, sia a livello residenziale, che nei settori del terziario e dell’industria. Un esempio su tutti: oggi esistono tecnologie in grado di dimezzare i costi della climatizzazione azzerando al contempo le emissioni climalteranti sito specifiche. Queste tecnologie possono essere implementate senza investimenti da parte del cliente, implementando ad esempio l’Energy Performance Contract (EnPC), ossia un contratto con un investitore terzo che si occupa dell’investimento, della realizzazione del progetto e della sua gestione e che viene remunerato con una percentuale del risparmio generato.

Andrea Brumgnach è un docente di 24ORE Business School, impegnato nel lancio del nuovo Master Efficienza Energetica ed Energy Management.



Leggi di più

Altre news che potrebbero interessarti